Appuntamento online giovedì 27 maggio con il seminario dal titolo "La zonazione viticola in ambiente montano".

La viticoltura Camuna in questi ultimi anni ha mostrato un trend di sviluppo continuo che ha portato, ad oltre 15 anni dalla costituzione dell’IGT Valcamonica, ad un costante aumento delle superfici vitate. I viticoltori camuni, per proseguire in modo ancor più positivo questo andamento, hanno deciso di avvalersi di un importante strumento programmatorio: la Zonazione Vitivinicola.

Questa indagine, attraverso lo studio delle risposte adattative dei vitigni base dell’IGT, Merlot e Manzoni bianco alle diverse condizioni ambientali costituenti l’area vitata della Valcamonica, consentirà di definire in modo appropriato, ovvero basandosi sulle specificità territoriali, le più idonee strategie agronomiche ed enologiche per ciascuna delle aree vocazionali presenti nell’area dell’IGT Valcamonica.

Queste indicazioni, che andranno a costituire il manuale d’uso del territorio viticolo camuno, avranno lo scopo di ottimizzare i rapporti vitigno territorio esaltando così le specificità di questo particolare ambiente viticolo montano. Lo studio di zonazione è parte integrante del progetto di Valorizzazione Sostenibile della Viticoltura Camuna.

Iniziativa realizzata nell'ambito del Gruppo Operativo VALSOVICA, cofinanziato dal FEASR Operazione 16.1.01 “Gruppi Operativi PEI” del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Autorità di gestione del Programma: Regione Lombardia Capofila del partenariato è il Consorzio Vini IGT Valcamonica, realizzato con la collaborazione di Università degli Studi di Milano, Comunità Montana di Valle Camonica – Ente gestore Parco Adamello, Fondazione Fojanini di Studi Superiori e 20 aziende produttrici della Valcamonica.