Relive-l: risultati e prospettive. Convegno finale "Dalle cultivar locali tradizionali al mercato globale" in programma giovedì 3 ottobre 2019 presso l'Aula Maggiore dell'Università degli Studi di Milano - Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali - Produzione, Territorio, Agroenergia, in Via Celoria 2 a Milano.

L'iniziativa è realizzata nell'ambito del progetto “Buone pratiche per il recupero, la coltivazione e la valorizzazione di cultivar locali tradizionali lombarde (REliVE-L)”, cofinanziato dall'Operazione 1.2.01 "Informazione e progetti dimostrativi" del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 di Regione Lombardia. Il progetto è realizzato da Università degli Studi di Pavia e Università degli Studi di Milano.

Il progetto REliVE-L vuole illustrare le varietà locali tradizionali sia ortive che cerealicole e di pseudo-cereali in quanto prodotti innovativi per le loro caratteristiche organolettiche da riscoprire, la normativa utile alla loro registrazione e i problemi di ri-coltivazione e creazione di piccole filiere locali, al fine di rendere più competitivo questo nuovo settore di prodotti territoriali di qualità.

Dare un’identità precisa a queste varietà e ai prodotti trasformati da esse derivati può essere utile per pro-muoverne la coltivabilità (mercato o scambio legale di sementi) e per garantirne un miglior inserimento nel mercato globale, grazie a prodotti di nicchia, molto ricercati dai consumatori attenti alla qualità dei prodotti. Questa identità varietale territoriale, riconosciuta dalla normativa (PAT, Varietà da Conservazione, De.CO, Prodotto di montagna, varietà iscritta all’anagrafe nazionale di cui alla L. 194/2015, ecc.), grazie a corretti strumenti e opportune conoscenze, può infatti aprire nuovi orizzonti commerciali.

Pertanto quest’ultimo evento è organizzato con la partecipazione dell’Istituto Nazionale di Sociologia Rurale (INSOR) per illustrare, anche dal punto di vista storico e culturale, i prodotti territoriali lombardi, gli strumenti utili alla loro valorizzazione, nonché l’opportuna “identità di prodotto” da presentare sul mercato. A tale scopo partecipa all’evento Symbiotiqua, società milanese che collabora con INSOR e che ha già curato l’immagine di alcuni prodotti agricoli (pomodoro e mais) per un loro migliore approccio al “mercato di qualità”.
Il convegno finale è aperto non solo agli agricoltori, ma anche al pubblico generico interessato.