Sviluppo Rurale Lombardia 2023-2027

Comitato di Monitoraggio Regionale

Ha la responsabilità del monitoraggio dell’attuazione degli interventi nazionali con elementi regionali e degli interventi regionali del PSP Italia 2023-2027.

immagine del bando

Il Comitato di Monitoraggio Regionale del Complemento per lo Sviluppo Rurale del Piano Strategico Nazionale della PAC 2023-2027 della Regione Lombardia assolve i compiti indicati dal combinato disposto dell’articolo 124 del Regolamento (UE) n. 2021/2115.

Il Comitato di Monitoraggio Regionale (CMR) ha la responsabilità del monitoraggio dell’attuazione degli interventi nazionali con elementi regionali e degli interventi regionali del PSP Italia 2023-2027. Si coordina con il Comitato di Monitoraggio Nazionale (CMN), anche fornendo allo stesso informazioni riguardo tali interventi.

Al CMR sono applicate le medesime diposizioni previste per il CMN di cui all’articolo 124 del Regolamento (UE) 2021/2115.

Ai sensi del par. 3, articolo 124 del Regolamento (UE) 2021/2215, il CMR esamina, per gli interventi di pertinenza regionale e di specifica competenza dell’Autorità di Gestione Regionale (AdGR):

· i progressi compiuti nell’attuazione e nel conseguimento dei target intermedi e finali;

· le problematiche che incidono sull’efficacia dell’attuazione e le azioni adottate per farvi fronte, compresi i progressi verso la semplificazione e la riduzione degli oneri amministrativi per i beneficiari finali;

· qualora gli interventi prevedano il ricorso a strumenti finanziari, gli elementi della valutazione ex ante di cui all’art. 59 par. 3 del Reg. (UE) 2021/1060 e del documento strategico di cui all’art. 59 par. 1 del medesimo regolamento;

· per gli elementi del Piano di Valutazione regionale, i progressi compiuti nello svolgimento delle valutazioni e delle sintesi delle valutazioni nonché l’eventuale seguito dato ai risultati;

· le informazioni pertinenti relative all’efficacia dell’attuazione degli interventi regionali;

· l’attuazione e la valutazione di azioni di comunicazione e visibilità;

· Il rafforzamento delle capacità amministrative per le autorità pubbliche e per gli agricoltori e gli altri beneficiari, se del caso.

Il paragrafo 4 del medesimo articolo, inoltre, definisce che il CMR fornisce il proprio parere, per gli interventi di pertinenza regionale e di specifica competenza dell’AdGR, sulla metodologia e sui criteri usati per la selezione delle operazioni. Tale parere è conclusivo e autoconsistente, in quanto determina l’utilizzabilità di metodologia e criteri di selezione senza necessità di un ulteriore parere del CMN.

Laddove la proposta di modifica comporti la revisione di elementi del Piano Strategico Nazionale della PAC (PSP), il parere positivo del CMR determina la trasmissibilità della proposta di modifica all’Autorità di Gestione Nazionale (AdGN). L’AdGN elabora la proposta di PSP modificato e la sottopone al parere del CMN. In caso di osservazioni, fornisce a quest’ultimo eventuali informazioni integrative ed eventualmente provvede all’allineamento. Acquisito il parere positivo, elabora la domanda di modifica e provvede alla trasmissione alla Commissione.

Informazioni 
Unità Organizzativa: Programmazione Sviluppo Rurale e Sistemi informativi 
email: AdG_SviluppoRurale@regione.lombardia.it 

Data ultima modifica: 19/02/2024