Il Piano Strategico Nazionale della PAC (PSP Italia 2023-2027), approvato dalla Commissione europea il 2 dicembre 2022 e modificato nella versione 2.1, adottata dalla Commissione europea del 23 ottobre 2023, è un programma quinquennale di finanziamenti europei che deriva dal Reg. (UE) 2021/2115.
Il nuovo Programma (che fa seguito al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2022 della Regione Lombardia) è la più importante fonte di contributi e di sostegno dedicati gli imprenditori agricoli e forestali, che potranno beneficiare delle risorse messe a disposizione per realizzare progetti e investimenti per il miglioramento delle proprie aziende, nonché per favorire l’adozione di buone pratiche agro-climatico ambientali.
L’approvazione del PSP ha consentito l’avvio della fase di implementazione, attraverso cui saranno messi a disposizione del settore agro alimentare e forestale e delle aree rurali italiane quasi 37 miliardi di euro in 5 anni.

Per attivare a livello regionale il PSP Italia 2023-2027, sono previsti 21 Complementi Regionali per lo Sviluppo Rurale (CSR), uno per ciascuna Regione/Provincia Autonoma. Il CSR è un documento regionale attuativo della strategia nazionale approvata con la Decisione Comunitaria sul PSP. Il CSR non assume nuove scelte rispetto allo stesso PSP, ma riporta le indicazioni di come la strategia viene declinata a livello regionale evidenziando la specificità delle scelte che caratterizzeranno l’attuazione nella Regione.

La Politica Agricola Comune (PAC) 2023-2027 si prefigge Obiettivi Generali (OG):
• OG1 Promuovere un settore agricolo intelligente, competitivo, resiliente e diversificato che garantisca la sicurezza alimentare.
• OG2 Sostenere e rafforzare la tutela dell’ambiente e contribuire al raggiungimento degli obiettivi dell’UE in materia di ambiente e clima.
• OG3 Rafforzare il tessuto socioeconomico delle zone rurali.

Gli obiettivi sono integrati con l’obiettivo trasversale di ammodernamento dell’agricoltura e delle zone rurali e sono interconnessi con lo stesso, promuovendo e condividendo conoscenze, innovazione e digitalizzazione nell’agricoltura e nelle zone rurali e incoraggiandone l’utilizzo da parte degli agricoltori, attraverso un migliore accesso alla ricerca, all’innovazione, allo scambio di conoscenze e alla formazione.

Nelle more dell’approvazione delle proposte di modifica presentate sul Piano Strategico Nazionale della PAC (PSP), il CSR della Regione Lombardia , approvato con DGR n. XI/7370 del 21/11/2022 e successivamente modificato con DGR XII/1695 del 28/12/2023, mette a disposizione dell'agricoltura lombarda 40 linee di intervento (di cui 12 interventi a superficie e 28 interventi strutturali produttivi e green) che si traducono in 827,7 milioni di euro a sostegno dello sviluppo rurale regionale.

Gli obiettivi da perseguire si declinano in 6 tipologie di intervento:
• SRA – Impegni in materia di clima e ambiente (dotazione finanziaria complessiva: 151 Mln€),
• SRB – Indennità vincoli naturali (dotazione finanziaria complessiva: 85 Mln€),
• SRD – Investimenti (dotazione finanziaria complessiva: 371,2 Mln€),
• SRE – Giovani (dotazione finanziaria complessiva: 36,8 Mln€),
• SRG – Cooperazione (dotazione finanziaria complessiva: 84,7 Mln€),
• SRH – AKIS (dotazione finanziaria complessiva: 29 Mln€).

Gli interventi vengono attivati attraverso i bandi approvati dalla Direzione Generale Agricoltura, Sovranità Alimentare e Foreste di Regione Lombardia. Nei bandi è spiegato in dettaglio:
• Chi può fare domanda,
• Cosa viene finanziato, 
• Quanto vale il contributo,
• Le condizioni e i limiti per richiedere il finanziamento,
• I tempi e le modalità per presentare la domanda.

Visita il sito www.psr.regione.lombardia.it per consultare i bandi del Programma e conoscere nel dettaglio le modalità di presentazione delle domande di contributo. In aiuto anche la GUIDA pratica al Programma di Sviluppo Rurale 2023-2027 di Regione Lombardia.

ALLEGATO 1 REV1PDF (1 Mb)
ALLEGATO A REV1PDF (3 Mb)
ALLEGATO 2 REV0PDF (3 Mb)
ALLEGATO 3 REV0PDF (187 Kb)
ALLEGATO 4 REV0PDF (157 Kb)
ALLEGATO 5 REV0PDF (474 Kb)

Data ultima modifica: 11/01/2024